Un head hunter sotto i riflettori

Un head hunter sotto i riflettori

21 Settembre 2022 Risorse Umane

Una comunicazione dedicata alla ricerca e selezione di talenti

In questi giorni Business Management è su Il Sole 24Ore con una comunicazione dedicata a Armando Aliperti e al mestiere dell’head hunter. Il perchè di questa scelta? Ovviamente per promuovere il nostro lavoro e la nostra attività decennale di ricerca e selezione di manager e profili alti. C’è anche un altro motivo però. Ci è sembrato giusto celebrare un mestiere che, nonostante le difficoltà del periodo, continua a giocare un ruolo fondamentale per il posizionamento di professionisti validi e la crescita aziendale. La nostra professionalità, infatti, contribuisce a un increase del business del cliente: sappiamo quanto una risorsa produttiva e efficiente possa fare la differenza, soprattutto quando ricopre un ruolo alto. Tra pandemia e crisi economica, molti imprenditori lungimiranti hanno voluto investire in teste pensanti, con RAL anche elevate, facendo un sacrificio iniziale, al fine di sopravvivere alle intemperie degli ultimi anni. Chi ha riposto la sua fiducia in noi ha trovato un partner responsabile, consapevole del suo ruolo e anche della delicatezza del momento.

Per questo motivo abbiamo voluto metterci un po’ in mostra. Senza inutili vanità, possiamo dire di essere orgogliosi per quanto fatto dal 2020 ad oggi. Possiamo dire di aver lavorato ancora più sodo perchè consapevoli del valore di ogni nostro inserimento e anche della prospettiva di benessere generale che ne poteva scaturire.

Armando Aliperti: un head lover

“mi piace la parola head hunter perchè nell’idea del cacciatore rivedo la grinta con cui intervisto, ricerco e studio i manager che si candidano sulle nostre piattaforme. Tuttavia, amo definire me stesso un head lover, perchè alla grinta in questo lavoro deve anche corrispondere un amore e un interessamento umano per chi ripone in te delle speranze. Parlo soprattutto dei miei clienti e non tanto del professionista da inserire, che quasi sempre già lavora e ha un ottimo inquadramento. Io amo le teste che seleziono, la loro umanità, perchè cerco davvero di conoscerli a fondo, di vedere in loro un quid che in una semplice job interview non vedrei. È solo così che riesco a trovare davvero ciò che serve al mio cliente e a raggiungere spessissimo il risultato desiderato”

 

Nelle prossime settimane saremo ancora su Il Sole24Ore! Seguici.

bmanagement:

it_IT