Head Hunting e Cyber Security

Head Hunting e Cyber Security

Head Hunting e Cyber Security

L’Head Hunting è un processo di selezione del personale che si basa sulla ricerca attiva di candidati qualificati per posizioni di lavoro specifiche.

In questo contesto, la Cyber Security è un aspetto fondamentale da considerare, poiché le aziende cercano sempre più spesso professionisti in grado di proteggere i loro sistemi informatici da attacchi esterni.

Qualsiasi azienda, ma soprattutto quelle di medio grandi dimensioni devono proteggersi da attacchi Hacker quasi quotidiani.

E’ di poche ore fa l’attacco Hacker subito dall’azienda ospedaliera di Verona che ha compromesso l’attività di ambulatori, casse, cup e centro prelievi per diversi giorni causando un enorme danno economico all’azienda e gravi problemi ai pazienti dell’ospedale.

Head Hunting e Cyber Security

Head Hunting e Cyber Security: competitività

L’Head Hunting può aiutare le aziende a trovare i migliori professionisti in ambito Cyber Security. Gli Head Hunter specializzati in questo settore possono, infatti, individuare i candidati più adatti alle esigenze dell’azienda, valutando le loro competenze tecniche e la loro esperienza nel campo della sicurezza informatica.
Il che non vuol dire azzerare il rischio di attacco ma, sicuramente, rendere il ritorno alla normalità un processo più rapido e sicuro.
Tuttavia, la ricerca di professionisti in ambito Cyber Security può essere difficile, poiché il mercato del lavoro è altamente competitivo e in costante evoluzione. Per questo motivo, gli Head Hunter devono essere costantemente aggiornati sulle ultime tendenze e tecnologie in questo campo.

Cyber security

Head Hunting e Cyber Security: ruoli

Un esperto di sicurezza informatica (Cyber Security) può specializzarsi in uno o più ambiti, alcuni dei ruoli comuni in sicurezza informatica includono:

1. Analista di sicurezza informatica: Monitora il traffico di rete per gli incidenti di sicurezza e gli eventi, indaga sugli incidenti e risponde agli eventi in tempo reale, scrive rapporti dettagliati sugli incidenti di sicurezza, installa e gestisce firewall, programmi di crittografia e altri software di sicurezza, corregge le vulnerabilità, sviluppa e promuove le migliori pratiche per la sicurezza delle informazioni, conduce ricerche sulle minacce, esegue valutazioni periodiche dei rischi e test di penetrazione.

2. Specialista della sicurezza IT: Lavora con un team di professionisti IT per sviluppare strategie per proteggere i dispositivi e i sistemi all’interno dell’organizzazione dagli attacchi informatici. Il responsabile della sicurezza IT può valutare il sistema e identificare le aree in cui il team può rafforzarlo. Gli specialisti IT possono anche eseguire attacchi informatici simulati per capire meglio come le attuali strategie di sicurezza possono proteggere i sistemi e le informazioni ¹.

3. Manager della sicurezza: Supervisiona le misure di sicurezza all’interno dell’organizzazione. I manager della sicurezza con un focus sulla sicurezza informatica gestiscono i team IT e sviluppano strategie per gli sforzi di sicurezza informatica. Possono anche scrivere regole e regolamenti riguardanti le decisioni sulla sicurezza informatica.
Sarà compito dell’Head Hunter trovare la migliore risorsa per coprire ognuno di questi aspetti.

Male hacker thief breaking through cyber security server

In sintesi, l’Head Hunting può aiutare le aziende a trovare i migliori professionisti in ambito Cyber Security e proteggere i propri sistemi informatici da eventuali minacce esterne. Gli Head Hunter specializzati in questo settore devono essere costantemente aggiornati sulle ultime tendenze e tecnologie in questo campo per garantire il successo.

Business Management, da oltre 20 anni, è al fianco degli imprenditori italiani per sostenerli nella ricerca dei migliori manager da inserire nelle loro aziende. Se sei un imprenditore contattaci per una consulenza.

Se vuoi rimanere sempre aggiornato su temi legati alla crescita aziendale ed al business segui il nostro profilo linkedin ed il nostro blog

Condividi il post: